Informazioni

Cosa è il T-Shape Self-Defense & MIL-SIM?

Il T-Shape è una disciplina di difesa personale fondata nel 2004. È una versione modernizzata delle arti marziali e differisce dalle forme tradizionali. L’istruzione si focalizza su minacce presenti nella attuale società moderna.

Quali tecniche si apprendono?

In aggiunta alle tecniche di combattimento corpo a corpo, gli studenti seguono anche: metodi di sopravvivenza in ambienti ostili, tecniche di sicurezza e protezione, armi tradizionali e moderne, tecniche di evasione e molto altro.

Il T-Shape è una nuova versione di softair?

No, il T-Shape per questioni di sicurezza impiega le repliche ASG per softair durante le simulazioni.

Un associazione sportiva può includere il T-Shape nel proprio programma?

Certamente, i Training Club sono gruppi di 40 membri che si allenano insieme nel T-Shape Self-Defense sotto la direzione di un Affiliate Instructor certificato. I Training Club non sono scuole professionali, spesso impiegano strutture non espressamente dedicate all’insegnamento del T-Shape Self-Defense. Molti club non forniscono riconoscimenti di T-Shape Self-Defense, ovviamente alcuni lo hanno fatto attraverso i loro Istruttori.

Come viene gestito l’impiego di dispositivi pirotecnici?

L’impiego di dispositivi pirotecnici è limitato dalle normative locali e dalle caratteristiche di sicurezza dell’ambiente in cui si svolge la simulazione, per maggiori informazioni a riguardo è indispensabile rivolgersi agli organizzatori dell’evento.

Perché vi è una distinzione per la presenza di ospiti?

Per una semplice questione di sicurezza si considera che gli ospiti possano non disporre di una adeguata preparazione tecnica per gestire alcuni aspetti della simulazione, come ad esempio il combattimento corpo-a-corpo, esponendoli quindi al rischio di provocarsi ferite o danni gravi.

Come vengono gestiti i colpiti durante la simulazione?

A seconda del livello di realismo richiesto la gestione varia dall’applicazione di medicazioni realistiche ed esfiltrazione (impiegati solo in simulazioni ad uso professionale – livello Avanzato), all’applicazione di limitatori fisici di capacità (impiegati in simulazioni di livello Base), oppure in modalità semplificata (se con ospiti) con ritorno alla piena funzionalità del colpito dopo un tempo concordato (generalmente limitato a soli 15 minuti). Chi viene colpito è inizialmente considerato privo di sensi, se non viene curato entro breve lasso di tempo è considerato deceduto definitivamente (morto). Chi è colpito ovviamente non può eseguire alcuna azione (neanche comunicare per radio la propria condizione) e resta alla mercé dei presenti, che possono decidere di prenderlo prigioniero e trasferirlo altrove. Per esigenze di realismo ai colpiti viene richiesto di sdraiarsi a terra e mantenere sollevata una mano.

Come vengono gestiti i prigionieri durante la simulazione?

A seconda del livello di realismo richiesto la gestione varia dall’applicazione di tecniche realistiche (impiegate solo in simulazioni ad uso professionale – livello  Avanzato), all’applicazione di semplici strumenti di controllo (corde, manette, fascette, etc.) e successivo trasporto in area sicura secondo le caratteristiche richieste dallo scenario. Generalmente durante uno scenario con ospiti, per semplicità di gestione, si limita il numero di prigionieri/ostaggi ad un solo elemento scelto a caso tra i nemici colpiti/arresi. Ogni azione viene prontamente sospesa in caso di richiesta o evidente difficoltà del soggetto interessato. I nemici colpiti non possono essere interrogati quando ancora si trovano nella condizione di ferito o deceduto, è necessario curarli o attenderne il ritorno nella loro piena funzionalità.

Come viene gestito l’interrogatorio?

A seconda del livello di realismo richiesto la gestione varia dall’applicazione di tecniche realistiche (impiegate solo in simulazioni ad uso professionale – livello  Avanzato), alla brutalità verbale e posizioni di stress (ovviamente è sempre vietata ogni forma di violenza fisica e degrado) nel totale rispetto della persona. Ogni azione viene prontamente sospesa in caso di richiesta o evidente difficoltà del soggetto interessato.

Seguiteci su

Content Protected Using Blog Protector By: PcDrome.